BRUCIAESSENZE IN MARMO TAO DUE PIATTINI
  • 5141_1
  • 5141_2
5141

BRUCIAESSENZE IN MARMO TAO DUE PIATTINI

16,90

Disponibile


Codice: 5141 Categoria:
000

Deliziosi bruciaessenze, realizzati in pietra saponaria da abili artigiani indiani, a forma di tao, con due piattini per le essenze, utili per bruciare essenze ed oli profumati donano all’ambiente un sacro e gradevole tocco etnico. Disponibili color marmo naturale lucidato abbinato al nero per la realizzazione del tao. Misure: h cm 10, diametro cm 11,50, diametro del piattino cm 6. SIGNIFICATO TAO: Tao in cinese significa via. Nelle filosofie orientali il simbolo del tao, altrimenti detto anche yin e yang, rappresenta il cammino, il divenire di tutte le cose, che si realizza con un movimento che oscilla tra due estremi: ogni volta che uno dei due viene raggiunto, una forza spinge in direzione contraria e così via. La teoria è stata suggerita senza dubbio dai movimenti del sole e della luna, dall’alternarsi delle stagioni, dallo scorrere ciclico del tempo. Le due metà in cui è diviso il simbolo circolare rappresentano dunque due principi opposti e complementari al tempo stesso: il femminile e il maschile, il freddo e il caldo, l’oscurità e la luce. A un certo punto – nell’essere – si formarono due polarità di segno diverso che rappresentano i principi fondamentali dell’universo, presenti nella natura: Yin, il principio negativo, freddo, luna, femminile ecc. rappresentano il nero. Yang, il principio positivo, caldo, sole, maschile, ecc. rappresentano il bianco. Lo scopo del taoista è comprendere questa evoluzione e le successive e tornare, tramite la meditazione e la retta pratica di vita, ad avvicinarsi all’unità iniziale del Tao: l’obiettivo finale è portare il discepolo, il praticante e lo studente, ad un completo stato di unificazione con l’universo, con il Tao quindi. Tutta la vita emerge dal Wuji, inconsapevolmente. Attraverso le pratiche taoiste è quindi possibile raggiungere l’immortalità (detta xian) e ritornare allo stato di Wuji, energia pura, dissolvendosi nell’Uno, quindi nel Tao. NOTE E INFORMAZIONI SULLA PIETRA SAPONARIA: La pietra saponaria deve il suo nome al fatto che gode di una consistenza molto morbida, faile da lavorare e intagliare. Ha infatti nella sua composizione il talco, che la rende adatta alla forgiatura di oggetti di vario tipo, da vasi, a scatole, vassoi e decorazioni in genere. Nel Nord dell’ india la ritroviamo nella citta’ di Agra in prevalenza, dove centinaia di artigiani lavorano questa pietra da tempi remoti. Si tratta di lavorazioni artigianali, la cui tradizione è ancora viva e dove rappresenta la fonte di sussistenza per migliaia di persone. La lavorazione della pietra saponaria e del marmo, decorati con pietre dure e preziose, discende dalle tecniche impiegate per decorare il Taj Mahal, il mausoleo più famoso dell’India. Gli artigiani di Agra sono organizzati in grandi famiglie estese, specializzate per tecnica e guidate da un capofamiglia per tradizione. La pietra puo’ presentare finitura lucida o grezza, quindi opaca e la colorazione puo’ variare dal verde, al marrone di vario tipo, rosati o sfumature del grigio.

Informazioni aggiuntive

Peso 0.50 kg